"Non avrei mai pensato di ritrovarmi a fare film,
con una faccia come la mia."

— Audrey Hepburn

Home Docenti
Docenti Stampa E-mail

La vocazione “produttiva” di OffiCine Mattòli ha portato a una scelta di docenti che combina l’esperienza di alcuni tra i più importanti professionisti del mondo dell’audiovisivo all’affidabilità e la continuità di insegnanti stabili e presenti sul territorio, per garantire una collaborazione e un controllo continui sui lavori collettivi e personali degli allievi, senza rinunciare ai contatti con l’industria cinematografica nazionale.

Hanno collaborato con OffiCine Mattòli, in passato, Giuseppe Battiston, Anna Bonaiuto, Mauro Marchese, Rosaria De Cicco, Maurizio Ponzi, Andrea Lodovichetti, Marina Massironi, Francesca Inaudi.


FILMMAKING


genoveseNato a Roma nel 1966, è laureato in Economia e commercio. Inizia a lavorare presso McCann Erickson Italiana realizzando spot che riscuotono fin da subito grande successo. In campo pubblicitario, dall'inizio della sua carriera, ha diretto più di cento campagne pubblicitarie, vincendo numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2005 cura la regia della serie televisiva Nati ieri Con Sebastiano Somma e Vittoria Belvedere, mentre l'anno successivo dirige con Luca Miniero, Viaggio in Italia, esperimento di film "in pillole" trasmesso in 20 micro-puntate a Ballarò, su Raitre. Più di recente, nel 2008, è la volta di Amiche mie, una miniserie per canale 5 con Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi. APPROFONDISCI

munzi-ritLaureato in Scienze Politiche, nel 1998 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia.
Durante tutti gli Anni Novanta, inizia a lavorare come documentarista, firmando opere come Van Gogh (1990), La disfatta (1994) e Il neorealismo. Letteratura e cinema (1999).
Parallelamente, comincia anche a firmare i suoi primi documentari: Valse (1992); Tre del mattino (1994); Nastassia (1996); L'età incerta (1998); e Giacomo e Lo Mua (1999).
Debutta nella regia di un lungometraggio nel 2004 con Saimir. Il film, presentato nella sezione Orizzonti della Mostra del cinema di Venezia, dove riceve la menzione speciale del Premio Luigi De Laurentiis Opera Prima, raccoglie ampio consenso critico, ottiene cinque candidature ai Nastri d'argento 2006, due ai David di Donatello 2006 e viene nominato all'European Film Awards per la miglior rivelazione - Prix Fassbinder. 
APPROFONDISCI


danielegaglianoneRegista italiano.
Laureato in storia del cinema a Torino, lavora dal 1991 presso gli Archivi cinematografici della Resistenza e realizza numerosi documentari e cortometraggi premiati in vari festival. Nel 1998 lavora alla sceneggiatura di Così ridevano diretto da Gianni Amelio. Svolge attività di regista teatrale: nel 1999 con il gruppo "Il BuioFuori" produce lo spettacolo Aggrappati ad una terra rivoltata sull'abisso. APPROFONDISCI

Daniele CiprìRegista, direttore della fotografia, sceneggiatore e montatore palermitano, ha lavorato per diversi anni in coppia con Franco Maresco. Ciprì e Maresco hanno creato e diretto per Rai 3 la serie tv cult Cinico Tv oltreché programmi quali I Migliori Nani della Nostra Vita e Ai Con- fini della Pietà. Assieme hanno anche diretto film e documentari, tra i quali i lungometraggi Lo zio di Brooklyn, Totò che visse due volte, Il ritorno di Cagliostro e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio.

Dopo il “divorzio” del duo artistico, Ciprì ha seguito, principalmente, il doppio binario di regista e direttore della fotografia. Come regista ha realizzato il documentario Era una volta, dedicato al grande puparo Mimmo Cuticchio ed il film È stato il figlio, vincitore alla Mostra del Cinema di Venezia 2012 del premio per la fotografia dello stesso Ciprì. APPROFONDISCI

 

Francesco Amato

Nasce a Torino nel 1978.

Dopo aver realizzato, dal 2001 al 2003 a Bologna, documentari e cortometraggi tra cui “Figlio di penna” (vincitore del Torino Film Festival, Visioni Italiane, in concorso a Cannes), frequenta a Roma il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Ma che ci faccio qui!” è il suo film di diploma, il primo film di lungometraggio prodotto all’interno del Centro Sperimentale. Coprodotto da Raicinema, “Ma che ci faccio qui!” esce in 35 copie, distribuito da Istituto Luce, nel settembre 2006, e ci rimane per un mese. Vince premi ad Annecy, il Nice a San Francisco, e viene proiettato in 20 paesi. E’ candidato al David Donatello e ai Globi d’oro come miglior opera prima. APPROFONDISCI

 


claudio-meloni_kClaudio Meloni, nato a Bologna il 15 Settembre 1949; diplomato all'Istituto Statale di belle Arti di Urbino in cinema di animazione.
Residente a Torino, professionista dal 1971, lavora come direttore della fotografia nella realizzazione di spot pubblicitari, documentari industriali e televisivi, video clip, telefilm e film a lungo metraggio per il cinema e la televisione. Ha realizzato shorts pubblicitari per:
Amaro Cora, GFT, De Rica, Danone, Toshiba, IVECO, Olio FIAT, Kleber, Renault, Mattel, Maurice La Crois, Oreal, Cadei, Pavesi, Rossignol, Suzuki, Eterna Matic e molti altri. APPROFONDISCI

gianluca_arcopintoGianluca Arcopinto, produttore, distributore, regista di documentari, docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, scrittore e qualche volta anche attore, si è sempre distinto per la libertà e il coraggio delle sue scelte. Si tratta di uno dei più coraggiosi produttori indipendenti del Cinema Italiano: indipendenza ed autonomia sono le sue parole d’ordine.

Uno dei primi progetti è stato Ospiti (1998) di Matteo Garrone, seguito da Un amore (1999) di Tavarelli, l’ultimo è Ruggine (2011) di Daniele Gaglianone, un bellissimo noir che ha partecipato, nella sezione Controcampo italiano, alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2011. APPROFONDISCI

fabio_bianchiniFabio Bianchini Pepegna nasce a Macerata nel 1961. Attualmente vive a Bologna.
Svolge formazione professionale dal 1995. Tra il 2007 e il 2009 è stato coprogettatore e docente del corso di montaggio di “Officinema”, laboratorio formativo della Cineteca di Bologna (durata 13 mesi full time).
Nel 2010 ha montato “Il popolo che manca” (www.ilpopolochemanca.it), documentario di Andrea Fenoglio e Diego Monetti, produzione Pulsemedia, vincitore al 28esimo Torino Film Festival del “Premio Speciale della Giuria” (ex aequo), del “Premio Avanti” (Agenzia Valorizzazione Autori Nuovi tutti italiani) e di una menzione speciale dalla giuria del premio UCCA.

Nel 2009 ha montato “In other sea” dell’antropologo Franco La Cecla, edito in dvd da Eleuthera, vincitore del San Francisco Ocean Film Festival 2010 (www.oceanfilmfest.org). APPROFONDISCI

stefaniadesantis33a4itCasting Director - Regista - Attrice e Acting Coach

La Casting Director di Marco Bellocchio, già coach di "Romanzo Criminale", si forma presso la Scuola Internazionale di teatro di Lecoq a Parigi negli anni 1981/82/83
E’ assistente alla regia del M. Carmelo Bene. Ricordiamo: PINOCCHIO, ADELCHI, PENTESILEA. Attrice per Carmelo Bene negli spettacoli “LA CENA DELLE BEFFE, HOMMELETTE FOR HAMLET.

APPROFONDISCI


damianogiacomelli_kkk

Damiano Giacomelli è sceneggiatore e regista. 

Tra il 2008 e il 2010 scrive e dirige alcune inchieste televisive, tra cui “Quannu mori l’erba tinta?”, inchiesta sul mercato del lavoro a Palermo, prodotto da “Motoproduzioni SRL” di Aureliano Amadei, per la messa in onda su Rai News 24 e Current TV. La collaborazione con Rainews 24 continua con “Idra” e “Tutti e nessuno”, che raccontano due diferenti aspetti dell’infusso della Camorra nell’agro Aversano.

Dal 2007 coordina diversi laboratori con istituti scolastici nelle Marche. Tra questi, il Filelfo Videolab di Tolentino ottiene diversi riconoscimenti nazionali (tra questi, il Sottodiciotto di Torino, biennale Cinema e Ragazzi di Pisa, Girocorto di Guidonia Montecelio). APPROFONDISCI

Marco Parollo

Marco Parollo, esperto in registrazione ed elaborazione del suono.

FORMAZIONE

- Settembre 2001 Laureato in RECORDING ARTS BA (Hons) presso la S.A.E. Technology College di Londra con una tesi sugli effetti sonori nel cinema intitolata: Background Noises: How the sounds can influence our perception of the images in a movie

- Maggio 1999 Diplomato come SOUND ENGINEER presso la S.A.E. Technology College di Milano

CINEMA (lungometraggi):

2012
- L'eredità è dietro l'angolo di Carlo Sarti, con Fabrizio Bucci, Sergio Muniz, Clizia Fornasier e Debora Caprioglio, fotografia di Alessandro Pavoni, prodotto da Borgo dello Spettacolo

2011
- Il linguaggio del corpo di Luca Vullo, con Evelyn Famà, Vincenzo Volo e Rosario Petix, fotografia di Giorgio Giannoccaro, prodotto da Ondemotive e Arbash Società Cooperativa di Pasquale Scimeca.

2010
- Un milione di giorni di Manuel Giliberti con Piera degli Esposti, Chiara Caselli, Nino Frassica, Galatea Ranzi, Lucia Sardo, fotografia Gianni Cigna, produzione Capetown

- FreakBeat di Luca Pastore con Roberto “Freak” Antoni, fotografia Luciano Federici, Produzione Pulse Media APPROFONDISCI

Docente di “Ripresa cinematografica e montaggio" presso la scuola di Stato e parallelamente docente incaricato presso corsi privati e pubblici di “Linguaggio e tecniche di post-produzione"
Responsabile Progettazione Audiovisiva - Mediateca delle Marche
Responsabile Scientifico Progetto di Catalogazione Beni Audiovisivi - Regione Marche, e formazione professionale dei documentalisti audiovisivi 
Membro/Presidente di Giuria di Festival Nazionali video e cinematografici 
Dal 1990 si occupa di identità territoriale e cinema e successivamente diviene Responsabile di Marche Film Commission
Vicepresidente del Coordinamento Nazionale delle Film Commission italiane IFC

Membro del Comitato Scientifico dell’IFF International Film Festival di Ischia, unico festival dedicato al Location Placement ed al Cineturismo. APPROFONDISCI

Roberto NisiHa frequentato la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, Corso di Laurea in DAMS settore Spettacolo
Nel 2002 si diploma con onori al Corso di Regia al Drama Studio London
Critico teatrale e cinematografico collabora negli anni con numerosi quotidiani, periodici e on-line magazine.

Attuale direttore artistico del Festival Corto Dorico, ha lavorato con le Associazioni TiVittori di Serra de'Conti, organizzatrice del Progetto Nottenera, e con il VivaFestival di Macerata. E' stato presidente del Cineclub Rossellini di Ancona. APPROFONDISCI

Leone OrfeoLeone Orfeo, direttore della fotografia, nasce a Roma il 16/07/1982.
Inizia la sua esperienza professionale da giovanissimo lavorando come light designer nei teatri di tutta Italia per spettacoli di registi come Massimo Venturiello, Lucia Poli, Enzo Garinei, Remo Remotti.

Coltivando da sempre anche una grande passione per la fotografia ed il cinema, frequenta il corso di fotografia cinematografica diretto dal Maestro Giuseppe Rotunno (AIC, ASC) del Centro Sperimentale di Cinematografia, dove si diploma nel 2008 e dove ritorna nel 2011 nelle vesti di docente. APPROFONDISCI

SCENEGGIATURA


genoveseNato a Roma nel 1966, è laureato in Economia e commercio. Inizia a lavorare presso McCann Erickson Italiana realizzando spot che riscuotono fin da subito grande successo. In campo pubblicitario, dall'inizio della sua carriera, ha diretto più di cento campagne pubblicitarie, vincendo numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2005 cura la regia della serie televisiva Nati ieri Con Sebastiano Somma e Vittoria Belvedere, mentre l'anno successivo dirige con Luca Miniero, Viaggio in Italia, esperimento di film "in pillole" trasmesso in 20 micro-puntate a Ballarò, su Raitre. Più di recente, nel 2008, è la volta di Amiche mie, una miniserie per canale 5 con Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi. APPROFONDISCI

francesco-trento_kFrancesco Trento è nato a Roma.

Nel 2004, ha scritto e prodotto con Volfango De Biasi il documentario “Matti per il Calcio” (www.mattiperilcalcio.it).

Nel 2005, ha pubblicato, con Aureliano Amadei, “Venti Sigarette a Nassirya” (Einaudi Stile Libero).

Nel 2007, ha scritto e diretto con Franco Fracassi il documentario "Zero. An investigation on 9-11", con Dario Fo, Moni Ovadia e Lella Costa (www.zerofilm.it). APPROFONDISCI

munzi-ritLaureato in Scienze Politiche, nel 1998 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia.
Durante tutti gli Anni Novanta, inizia a lavorare come documentarista, firmando opere come Van Gogh (1990), La disfatta (1994) e Il neorealismo. Letteratura e cinema (1999).
Parallelamente, comincia anche a firmare i suoi primi documentari: Valse (1992); Tre del mattino (1994); Nastassia (1996); L'età incerta (1998); e Giacomo e Lo Mua (1999).
Debutta nella regia di un lungometraggio nel 2004 con Saimir. Il film, presentato nella sezione Orizzonti della Mostra del cinema di Venezia, dove riceve la menzione speciale del Premio Luigi De Laurentiis Opera Prima, raccoglie ampio consenso critico, ottiene cinque candidature ai Nastri d'argento 2006, due ai David di Donatello 2006 e viene nominato all'European Film Awards per la miglior rivelazione - Prix Fassbinder. 
APPROFONDISCI

Daniele CiprìRegista, direttore della fotografia, sceneggiatore e montatore palermitano, ha lavorato per diversi anni in coppia con Franco Maresco. Ciprì e Maresco hanno creato e diretto per Rai 3 la serie tv cult Cinico Tv oltreché programmi quali I Migliori Nani della Nostra Vita e Ai Con- fini della Pietà. Assieme hanno anche diretto film e documentari, tra i quali i lungometraggi Lo zio di Brooklyn, Totò che visse due volte, Il ritorno di Cagliostro e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio.

Dopo il “divorzio” del duo artistico, Ciprì ha seguito, principalmente, il doppio binario di regista e direttore della fotografia. Come regista ha realizzato il documentario Era una volta, dedicato al grande puparo Mimmo Cuticchio ed il film È stato il figlio, vincitore alla Mostra del Cinema di Venezia 2012 del premio per la fotografia dello stesso Ciprì. APPROFONDISCI

 

gianluca_arcopintoGianluca Arcopinto, produttore, distributore, regista di documentari, docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, scrittore e qualche volta anche attore, si è sempre distinto per la libertà e il coraggio delle sue scelte. Si tratta di uno dei più coraggiosi produttori indipendenti del Cinema Italiano: indipendenza ed autonomia sono le sue parole d’ordine.

Uno dei primi progetti è stato Ospiti (1998) di Matteo Garrone, seguito da Un amore (1999) di Tavarelli, l’ultimo è Ruggine (2011) di Daniele Gaglianone, un bellissimo noir che ha partecipato, nella sezione Controcampo italiano, alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2011. APPROFONDISCI

Fabio MolloFabio Mollo, sceneggiatore e Regista, nasce a Reggio Calabria nel 1980.

Nel 2002 si laurea in Bachelor of Arts: Visual Theory and Film History alla University of East London.
Nel 2005 partecipa ad un workshop di scrittura diretto da Gabriel Garcia Marquez presso la Escuela Internacional de Cine y Tv a Cuba.
Frequenta il corso di Regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia dove si diploma nel 2007.
Ha lavorato come assistente alla regia per vari film per il cinema e come regista per MTV, completando il suo percorso di formazione. APPROFONDISCI

damianogiacomelli_kkk

Damiano Giacomelli è sceneggiatore e regista. 

Tra il 2008 e il 2010 scrive e dirige alcune inchieste televisive, tra cui “Quannu mori l’erba tinta?”, inchiesta sul mercato del lavoro a Palermo, prodotto da “Motoproduzioni SRL” di Aureliano Amadei, per la messa in onda su Rai News 24 e Current TV. La collaborazione con Rainews 24 continua con “Idra” e “Tutti e nessuno”, che raccontano due diferenti aspetti dell’infusso della Camorra nell’agro Aversano.

Dal 2007 coordina diversi laboratori con istituti scolastici nelle Marche. Tra questi, il Filelfo Videolab di Tolentino ottiene diversi riconoscimenti nazionali (tra questi, il Sottodiciotto di Torino, biennale Cinema e Ragazzi di Pisa, Girocorto di Guidonia Montecelio). APPROFONDISCI

damianobrueGiovane sceneggiatore cinematografico e autore di format televisivi formatosi presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata, con indirizzo specifico in “Comunicazione Visiva e Multimediale”. Firma come co-sceneggiatore il lungometraggio educativo “Delfinia e l’acquario magico” distribuito in Italia e all’estero da Filmexport Groupe e prodotto dall’UnderwaterFilm Entertainment; partecipa inoltre in qualità di autore a numerosi episodi della serie documentaristica televisiva “Missione Relitti”. APPROFONDISCI

RECITAZIONE CINEMATOGRAFICA

stefaniadesantis33a4itCasting Director - Regista - Attrice e Acting Coach

La Casting Director di Marco Bellocchio, già coach di "Romanzo Criminale", si forma presso la Scuola Internazionale di teatro di Lecoq a Parigi negli anni 1981/82/83
E’ assistente alla regia del M. Carmelo Bene. Ricordiamo: PINOCCHIO, ADELCHI, PENTESILEA. Attrice per Carmelo Bene negli spettacoli “LA CENA DELLE BEFFE, HOMMELETTE FOR HAMLET.

APPROFONDISCI

giacomotarsiFORMAZIONE
2009 Corso sulla recitazione cinematografica diretto da Stefania De Santis.
2007/2009 Allievo del "Centro Sperimentale di Cinematografia" di Roma.
2007 Stage sulla micro-mimica diretto da Lina Wertmüller.
2007 Stage di fotografia cinematografica diretto da Paolo Ferrari.
2005/2006 Allievo dell’ "Académie Internationale des Arts du Spectacle" di Parigi diretta da Carlo Boso e Danuta Zarazik.
2005 Stage internazionale di formazione sulla Commedia dell'Arte, addestramento acrobatico, uso delle maschere e pantomima corporea, diretto da Carlo Boso.
2004/2005 Stage internazionale di formazione per attori diretto da Myriam Azencot del “Theatre du Soleil” di Parigi.APPROFONDISCI

Daniele CiprìRegista, direttore della fotografia, sceneggiatore e montatore palermitano, ha lavorato per diversi anni in coppia con Franco Maresco. Ciprì e Maresco hanno creato e diretto per Rai 3 la serie tv cult Cinico Tv oltreché programmi quali I Migliori Nani della Nostra Vita e Ai Con- fini della Pietà. Assieme hanno anche diretto film e documentari, tra i quali i lungometraggi Lo zio di Brooklyn, Totò che visse due volte, Il ritorno di Cagliostro e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio.

Dopo il “divorzio” del duo artistico, Ciprì ha seguito, principalmente, il doppio binario di regista e direttore della fotografia. Come regista ha realizzato il documentario Era una volta, dedicato al grande puparo Mimmo Cuticchio ed il film È stato il figlio, vincitore alla Mostra del Cinema di Venezia 2012 del premio per la fotografia dello stesso Ciprì. APPROFONDISCI

 

Francesco AmatoNasce a Torino nel 1978.

Dopo aver realizzato, dal 2001 al 2003 a Bologna, documentari e cortometraggi tra cui “Figlio di penna” (vincitore del Torino Film Festival, Visioni Italiane, in concorso a Cannes), frequenta a Roma il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Ma che ci faccio qui!” è il suo film di diploma, il primo film di lungometraggio prodotto all’interno del Centro Sperimentale. Coprodotto da Raicinema, “Ma che ci faccio qui!” esce in 35 copie, distribuito da Istituto Luce, nel settembre 2006, e ci rimane per un mese. Vince premi ad Annecy, il Nice a San Francisco, e viene proiettato in 20 paesi. E’ candidato al David Donatello e ai Globi d’oro come miglior opera prima. APPROFONDISCI

 

Si laurea presso la facoltà di Sociologia di Roma, dopo varie esperienze nel mondo dello spettacolo, si specializza sul management artistico rivolto ad attori accompagnando la carriera di importanti artisti del cinema e teatro contemporaneo.
Nel 2005 Orazi fonda la Officine Artistiche srl a Roma di cui è Amministratore Delegato, si tratta di un’agenzia che annovera tanti nomi di attori famosi, come Daniele Liotti, Filippo Timi, Marco Messeri, Barbora Bobulova, Valeria Bruni Tedeschi, Rosaria De Cicco, Francesca Inaudi, Marina Massironi, Alba Rohrwacher e molti altri attori, attrici e registi cinematografici. APPROFONDISCI

giacomotarsi

Si diploma alla scuola dell’INDA nel 1996;
Laboratori con:  Peter Clough, Danio Manfredini, Claudio Collovà, Lucia Latour, Ketty Russo, Petina Hapgood, Irmela Wiemann; Alfonso Postiglione; Fabrizio Arcuri; Thomas Bischoff, Stefania De Santis; 6 weeks intensive course at the Ward Studio (NYC); Romeo Castellucci; Massimiliano Civica; Claudio Morganti

TEATRO

2011    Senza Lear, regia di Marta Giimour
2011    Attore il tuo  nome non è esatto, regia di Romeo Castellucci
2011    Inganni, regia di Roberto Salemi
2010    I pugni in tasca, regia di Stefania De Santis
2009    Limbo, regia di Alessandro Fea
2009    Studio per frammenti di divenire, regia collettiva all’interno della residenza Salerno Creativa
2009    Arrivederci Antigone, regia di Pietro De Silva
2009    My Love, regia di Alessandro Fea
2009    Dammi una rosa, regia di Hossein Taheri
2008    Women, regia di Carlotta Corradi
2008    Amarsi Malgrado, regia di Hossein Taheri
2008    Dignità Autonome di Prostituzione, regia di Luciano Melchionna
2007    Racconto D’Inverno, regia di Francesco Manetti
2007    Progetto Satyricon, regia di Antonio Calone
2006    Pazzo!, regia di F. Ferracane, A. Mora, F. Romano, R. Salemi
2006    The Brief Encounter, regia di Honour Bayes
2006    Skin, regia di Glyn Roberts

APPROFONDISCI

Lucia-MascinoLucia Mascino ha iniziato il suo percorso di formazione teatrale al Centro di Ricerca e Sperimentazione di Pontedera con pedagoghi e registi stranieri (tra cui Jola Crocowski, Francois Kahn, Juri Alschitz, Gennadi Bogdanov) e con il Workcenter di Thomas Richards.
In teatro ha lavorato con Filippo Timi nei quattro spettacoli "Don Giovanni", “Favola”, “Amleto” e “Romeo e Giulietta”, e in precedenza con registi come Valerio Binasco, Giancarlo Cobelli, Anton Milenin e Giorgio Barberio Corsetti.

Al cinema è stata coprotagonista di Un altro pianeta di Stefano Tummolini e ha partecipato – tra gli altri – ai film Piccola Patria di Alessandro Rossetto (in uscita il 10 aprile 2014) , Viva la libertà di Roberto Andò, La scoperta dell’alba di Susanna Nicchiarelli, Il rosso e il blu di Giuseppe Piccioni, Habemus Papam di Nanni Moretti, La prima linea di Renato De Maria, Diverso da chi di Umberto Carteni, Tartarughe sul dorso di Stefano Pasetto.

APPROFONDISCI

danielegaglianoneRegista italiano. 
Laureato in storia del cinema a Torino, lavora dal 1991 presso gli Archivi cinematografici della Resistenza e realizza numerosi documentari e cortometraggi premiati in vari festival. Nel 1998 lavora alla sceneggiatura di Così ridevano diretto da Gianni Amelio. Svolge attività di regista teatrale: nel1999 con il gruppo "Il BuioFuori" produce lo spettacolo Aggrappati ad una terra rivoltata sull'abisso. APPROFONDISCI

FORMAZIONE
Si forma presso la Scuola di Arte Drammatica Teatro Azione di Isabella Del Bianco e Cristiano Censi, prosegue gli studi al Santacristina Centro Teatrale - Scuola di Alta Formazione diretta da Luca Ronconi ed è allievo di Geraldine Baron dell'Actor's Studio.

TEATRO
Debutta sotto la direzione di Giorgio Albertazzi e dal 2003 viene diretto da vari registi quali Luca Ronconi in "Ithaca" di Botho Strauss, Giancarlo Sepe in "Shakespearelow", Luca De Bei in "Le mattine dieci alle quattro" di cui è protagonista e che si aggiudica il premio Maschere Del Teatro come migliore novità italiana e il Premio Golden Graal per la regia, con lo stesso autore e regista è protagonista di "Un forte ronzio di mosche" (a fianco di Maria Paiato e Massimo Popolizio) e "Un luogo dove non sono mai stato", nel 2010 è protagonista di due testi di Vitaliano Trevisan: "Oscillazioni", regia di V.Vittorio Garaffa e "Bancarotta-ovvero il mercante fallito", regia di Michele De Vita Conti. APPROFONDISCI

genoveseNato a Roma nel 1966, è laureato in Economia e commercio. Inizia a lavorare presso McCann Erickson Italiana realizzando spot che riscuotono fin da subito grande successo. In campo pubblicitario, dall'inizio della sua carriera, ha diretto più di cento campagne pubblicitarie, vincendo numerosi premi nazionali e internazionali. Nel 2005 cura la regia della serie televisiva Nati ieri Con Sebastiano Somma e Vittoria Belvedere, mentre l'anno successivo dirige con Luca Miniero, Viaggio in Italia, esperimento di film "in pillole" trasmesso in 20 micro-puntate a Ballarò, su Raitre. Più di recente, nel 2008, è la volta di Amiche mie, una miniserie per canale 5 con Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi. APPROFONDISCI

MASTERCLASS

gianluca_arcopintoGianluca Arcopinto, produttore, distributore, regista di documentari, docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, scrittore e qualche volta anche attore, si è sempre distinto per la libertà e il coraggio delle sue scelte. Si tratta di uno dei più coraggiosi produttori indipendenti del Cinema Italiano: indipendenza ed autonomia sono le sue parole d’ordine.

Uno dei primi progetti è stato Ospiti (1998) di Matteo Garrone, seguito da Un amore (1999) di Tavarelli, l’ultimo è Ruggine (2011) di Daniele Gaglianone, un bellissimo noir che ha partecipato, nella sezione Controcampo italiano, alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2011APPROFONDISCI

stefaniadesantis33a4itCasting Director - Regista - Attrice e Acting Coach

La Casting Director di Marco Bellocchio, già coach di "Romanzo Criminale", si forma presso la Scuola Internazionale di teatro di Lecoq a Parigi negli anni 1981/82/83
E’ assistente alla regia del M. Carmelo Bene. Ricordiamo: PINOCCHIO, ADELCHI, PENTESILEA. Attrice per Carmelo Bene negli spettacoli “LA CENA DELLE BEFFE, HOMMELETTE FOR HAMLET.

APPROFONDISCI

danielegaglianoneRegista italiano.
Laureato in storia del cinema a Torino, lavora dal 1991 presso gli Archivi cinematografici della Resistenza e realizza numerosi documentari e cortometraggi premiati in vari festival. Nel 1998 lavora alla sceneggiatura di Così ridevano diretto da Gianni Amelio. Svolge attività di regista teatrale: nel1999 con il gruppo "Il BuioFuori" produce lo spettacolo Aggrappati ad una terra rivoltata sull'abisso.
APPROFONDISCI

damianogiacomelli_kkk

Damiano Giacomelli è sceneggiatore e regista.

La sua formazione inizia con il corso di laurea in Comunicazione multimediale dell'Università di Urbino, per arrivare al master in Scrittura cinematografica e televisiva allo IED di Roma, passando per la specialistica in Cinema, TV e produzione multimediale dell’Università di Bologna, con una significativa parentesi a Paris VIII - Saint Denis.
Dal 2004 scrive e dirige numerosi lavori, tra cortometraggi, documentari, spot per privati e istituzioni.

Nel 2008 scrive e dirige “Quannu mori l’erba tinta?”, inchiesta sul mercato del lavoro a Palermo, prodotto da “Motoproduzioni SRL” di Aureliano Amadei (autore e regista di "20 Sigarette"), per la messa in onda su Rai News 24 e Current TV.

La collaborazione con Rai News 24 prosegue con “Idra” e “Tutti e nessuno”, entrambi del 2009, che raccontano due differenti aspetti dell’influsso della Camorra nell’agro Aversano. APPROFONDISCI

Gherardo GossiGherardo Gossi, classe 1958, è un direttore della fotografia con oltre vent'anni d'esperienza in campo cinematografico.
È collaboratore abituale dei registi Guido ChiesaDaniele Vicari e Daniele Gaglianone, per i quali ha curato la fotografia di buona parte delle loro opere, sia documentarie che di finzione.
Appassionato di cinema e fotografia, segue all'università di Torino i corsi di storia e critica del cinema di Gianni Rondolino, pur senza concludere gli studi. 
Inizia la propria carriera professionale come operatore in una rete televisiva torinese, Teleuropa 3, per poi fondare con Lucia Moisio e Walter Buccino la società di produzione MDP Cinema e Video, che realizza documentari e cortometraggi. Nella troupe del direttore della fotografia Claudio Meloni lavora ad alcune serie televisive e al film Zen (1987) diretto da Gian Vittorio Baldi. Fra la fine degli anni ottanta e i primi novanta lavora molto anche in campo pubblicitario.

Il suo esordio come direttore della fotografia di un lungometraggio cinematografico coincide con quello alla regia di Guido Chiesa, Il caso Martello (1992). APPROFONDISCI

Andre Guidot è un giovane produttore  nato in provincia di Padova che attualmente collabora con alcune realtà di Londra, Torino e Bologna.  
Ha ideato e organizzato il concorso “100 secondi per 100 anni”, ha lavorato in varie produzioni cinematografiche ed ha tenuto alcune lezioni sulla distribuzione audiovisiva digitale all’Università. 
Accanto a questo ha proseguito la sua attività di filmmaker ideando alcuni cortometraggi.

Nel marzo del 2010 ha conseguito con lode una laurea specialistica in “Cinema, Televisione e Produzione  Multimediale” con una tesi sulle “Prassi della produzione e della distribuzione audiovisiva digitale in Europa” che lo ha portato a conoscere differenti realtà produttive della Comunità Europea con cui tuttora collabora. APPROFONDISCI

Stefano MeloniStefano Meloni è assistente operatore nel team del direttore della fotografia Gherardo Gossi.
Dal 1999 ha lavorato su quasi 30 film.

FILMOGRAFIA

ASSISTENTE OPERATORE

Ruggine regia di D. Gaglianone (2010)

Io Sono Con Te regia di G. Chiesa (2010)

Pietro regia di D. Gaglianone (2009)

Noi Credevamo regia di M. Martone (2009)

La Doppia Ora regia di G. Capotondi (2008)

Tutta Colpa Di Giuda regia di D. Ferrario (2008) APPROFONDISCI

Iole NatoliSegretaria di edizione italiana, comincia la sua lunga esperienza cinematografica ufficialmente nel 1988.
In quell’anno - dopo l’inevitabile gavetta come assistente volontario del regista Alessandro Cane, come assistente al produttore indipendente Francesca Noè (Libra film) e cimentandosi autonomamente come regista di cortometraggi assai sperimentali e rudimentali - è aiuto regista di Roberto Giannarelli in Amore a cinque stelle, uno dei cinque episodi del film Piazza Navona, prodotto da Ettore Scola e Luciano Ricceri per Rai Fiction.

Da allora a oggi ha partecipato alle riprese di film, fiction televisive, cortometraggi, spot pubblicitari, video clip e documentari, sia come Aiuto regista che come segretaria di edizione, attività che preferisce a quella dell’aiuto regista.
Ha collaborato e collabora tuttora con Ettore ScolaMarco Bellocchio, Ricky Tognazzi, Giacomo Campiotti, Gianfranco Giagni, Luigi Perelli, Aureliano Amadei, Daniele Ciprì, Paolo Franchi e molti altri.

Gli ultimi film ai quali ha partecipato sono:

Bella Addormentata, di Marco Bellocchio;
È stato il figlio, di Daniele Ciprì;
E la chiamano estate, di Paolo Franchi, in uscita;
Via Castellana Bandiera, film d’esordio della regista teatrale Emma Dante, in post produzione;

Voglio Vivere Così, film d’esordio di Stefano Lorenzi, in post produzione. APPROFONDISCI

Gregorio PaonessaGregorio Paonessa è produttore e amministratore unico di Vivo film.

VIVOFILM: “Un progetto editoriale preciso l’ha portata in questi anni ad esplorare il confine tra il cinema di realtà e quello di finzione, producendo di più di 30 titoli tra documentari per la televisione e lungometraggi destinati a una distribuzione cinematografica nelle sale, nei circuiti indipendenti e nei festival italiani e internazionali. Le produzioni Vivo film includono lavori di Guido Chiesa, Jean-Louis Comolli, Michelangelo Frammartino, Jennifer Fox, Chiara Malta, Pippo Mezzapesa, Susanna Nicchiarelli, Nelo Risi, Corso Salani, Daniele Vicari.

Nel 2007 Vivo film ha vinto il David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio con il film di Daniele Vicari Il mio paese e il Pardo d’Oro – Premio speciale della giuria nel concorso «Cineasti del presente» al 60° Festival di Locarno per Imatra di Corso Salani. APPROFONDISCI

Marco Parollo

Marco Parollo, esperto in registrazione ed elaborazione del suono.

FORMAZIONE

- Settembre 2001 Laureato in RECORDING ARTS BA (Hons) presso la S.A.E. Technology College di Londra con una tesi sugli effetti sonori nel cinema intitolata: Background Noises: How the sounds can influence our perception of the images in a movie

- Maggio 1999 Diplomato come SOUND ENGINEER presso la S.A.E. Technology College di Milano

CINEMA (lungometraggi):

2012
- L'eredità è dietro l'angolo di Carlo Sarti, con Fabrizio Bucci, Sergio Muniz, Clizia Fornasier e Debora Caprioglio, fotografia di Alessandro Pavoni, prodotto da Borgo dello Spettacolo

2011
- Il linguaggio del corpo di Luca Vullo, con Evelyn Famà, Vincenzo Volo e Rosario Petix, fotografia di Giorgio Giannoccaro, prodotto da Ondemotive e Arbash Società Cooperativa di Pasquale Scimeca.

2010
- Un milione di giorni di Manuel Giliberti con Piera degli Esposti, Chiara Caselli, Nino Frassica, Galatea Ranzi, Lucia Sardo, fotografia Gianni Cigna, produzione Capetown

- FreakBeat di Luca Pastore con Roberto “Freak” Antoni, fotografia Luciano Federici, Produzione Pulse Media APPROFONDISCI

Eleonora Savi (Recanati 05.05.1983) dopo la Laurea in Storia del Cinema, della Musica e del Teatro conseguita presso l’Università degli Studi di Pisa, nel 2008 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma in Produzione Cinematografica e Televisiva.

Da allora ha lavorato come Aiuto segretario, Segretaria e Coordinatrice di Produzione per diverse case di produzione  di cinema e fiction tra cui Wildside, Aurora Film, Bianca Film, Associazione Premio Solinas, DAP Italy, Endemol Italia. Dal 2011 collabora con Officine Mattòli come docente in Organizzazione di set. APPROFONDISCI.

Leonardo ScarpaLeonardo Scarpa è uno scenografo italiano. Ha lavorato soprattutto con i registi Carlo Mazzacurati (cinque film), Pupi Avati (quattro film) e Daniele Luchetti (tre film). Ha collaborato in molti film con lo scenografo Giancarlo Basili.

FILMOGRAFIA

Gli occhi, la bocca (1982), regia di Marco Bellocchio, (scenografo)

Una gita scolastica (1983), regia di Pupi Avati, (arredatore)

Zeder (1983), regia di Pupi Avati, (scenografo)

Impiegati (1984), regia di Pupi Avati, (scenografo)

Enrico IV (1984), regia di Marco Bellocchio, (scenografo)

Noi tre (1985), regia di Pupi Avati, (scenografo)

Domani accadrà (1988), regia di Daniele Luchetti, (scenografo)

Il prete bello (1989), regia di Carlo Mazzacurati, (arredatore)

Palombella rossa (1989), regia di Nanni Moretti, (scenografo)

L'appassionata (1990), regia di Gianfranco Mingozzi, (architetto-scenografo)

La settimana della Sfinge (1990), regia di Daniele Luchetti, (scenografo) APPROFONDISCI

Ciro ScognamiglioCiro Scognamiglio è aiuto regista di Nanni Moretti.
Alcuni dei film su cui ha lavorato:
Il caimano, Dieci inverni, La ragazza del lago, Caos calmo, Habemus Papam.

APPROFONDISCI

 

 

 

francesco-trento_kFrancesco Trento è nato a Roma.

Nel 2004, ha scritto e prodotto con Volfango De Biasi il documentario “Matti per il Calcio” (www.mattiperilcalcio.it). 

Nel 2005, ha pubblicato, con Aureliano Amadei, “Venti Sigarette a Nassirya” (Einaudi Stile Libero).

Nel 2007, ha scritto e diretto con Franco Fracassi il documentario "Zero. An investigation on 9-11", con Dario Fo, Moni Ovadia e Lella Costa (www.zerofilm.it). APPROFONDISCI

Corrado Virgili

Da oltre 15 anni nel settore della computer grafica, dopo diversi anni di impegni in ambito pubblicitario e teatrale ha collaborato con le più importanti produzioni di cinema d'animazione italiane e con la RAI tv. 
Nel 2002 fa parte del team che realizza il primo lungometraggio animato completamente al computer prodotto in Italia e secondo in europa, "L'apetta Giulia e la signora vita". 
Nel 2004 partecipa alla realizzazione del film "La storia di Leo" (premio come miglior lungometraggio animato al Giffoni film festival del 2008) nel ruolo di supervisore artistico.

Nel 2005 collabora con la RAI nel team di Superquark con Piero Angela per realizzare gli effetti visivi degli speciali andati in onda durante il periodo natalizio dello stesso anno. APPROFONDISCI

fabio_bianchiniFabio Bianchini Pepegna nasce a Macerata nel 1961. Attualmente vive a Bologna.
Svolge formazione professionale dal 1995. Tra il 2007 e il 2009 è stato coprogettatore e docente del corso di montaggio di “Officinema”, laboratorio formativo della Cineteca di Bologna (durata 13 mesi full time).
Nel 2010 ha montato “Il popolo che manca” (www.ilpopolochemanca.it), documentario di Andrea Fenoglio e Diego Monetti, produzione Pulsemedia, vincitore al 28esimo Torino Film Festival del “Premio Speciale della Giuria” (ex aequo), del “Premio Avanti” (Agenzia Valorizzazione Autori Nuovi tutti italiani) e di una menzione speciale dalla giuria del premio UCCA.

Nel 2009 ha montato “In other sea” dell’antropologo Franco La Cecla, edito in dvd da Eleuthera, vincitore del San Francisco Ocean Film Festival 2010 (www.oceanfilmfest.org). APPROFONDISCI

 

Friends Online