"Credo che il cinema sia magia. Fare un film
significa condensare un'intera esistenza di emozioni
e idee in una capsula di due ore, e la speranza
è che in quelle due ore il pubblico dimentichi tutto
il resto e che la celluloide gli cambi la vita. E' folle,
è un presupposto presuntuoso e assurdo, eppura la
speranza è questa."

— John Cassavetes

Home Masterclass Stage intensivo per attori
Recitazione cinematografica/stage intensivo Stampa E-mail

Nome della masterclass: Recitazione cinematografica/stage intensivo (attori già in possesso di una formazione base)

Periodo di svolgimento (TERZA EDIZIONE): 10, 11, 12 - 17, 18, 19 Giugno 2016

Durata: 45 ore per 6 giorni (due week end lunghi, dal Venerdì alla Domenica)

Numero partecipanti: Min. 10 – Max. 16

Quota di iscrizione: 400 euro

Docente: Stefania De Santis
(Coordinatore: Damiano Giacomelli)

La masterclass:

La recitazione sia teatrale che cinematografica è una delicata combinazione di meticolosa preparazione e spontaneità.Che differenza c'è tra recitare a teatro o al cinema? Quali sono gli strumenti che un attore deve padroneggiare quando è davanti alla macchina da presa?

C’è una differenza sostanziale: a teatro un attore si abitua ad entrare nell’opera e nella sua parte in modo graduale, si fanno prove con tutta la compagnia, si legge il testo per giorni e giorni, mentre al cinema si procede per frammenti, per scene spesso in sequenze temporali sbagliate.

La telecamera è il “corpo estraneo” sempre presente e imparare a conoscerla e “amarla” è la cosa fondamentale perché lei riesca a catturare ogni emozione che l’attore riesce a trasmettere.

A teatro esiste la “quarta parete”, il pubblico, ogni sera l’attore scopre qualcosa in più del personaggio.

Al cinema il personaggio deve appartenere in maniera totale all’attore già dal primo ciak, ma il regista fermerà per “l’eternità” uno sguardo piuttosto che un altro, lo imprimerà sulla pellicola. A teatro l’attore ogni sera darà una sfumatura diversa su una battuta o su un’altra, al cinema la scena  che si deciderà di montare in sala montaggio, sarà per sempre.

Scoprire la differenza che c’è tra la recitazione cinematografica e quella teatrale è lo scopo di questo seminario.

Il lavoro sarà esclusivamente con la telecamera, le riprese verranno eseguite direttamente da me, la telecamera sarà collegata ad un monitor in maniera tale che gli altri possano seguire le scene in diretta. Questo ci permetterà di analizzare il lavoro, e capire passo dopo passo i vari momenti della ripresa cinematografica di una scena; campo – contro/campo, piano d’ascolto, primo piano, piano totale, piano americano ecc.

Si analizzerà cosa funziona o non funziona, cos’è utile e cosa no all’attore di cinema in rapporto all’attore di teatro, come si dovrà usare la voce, la mimica facciale e il corpo.

Stefania De Santis

 

 

Effettua il log-in e presenta una candidatura.
Se non sei ancora registrato clicca qui.

Per informazioni scrivici a masterclass@officinemattoli.it

 

Friends Online