"Lavorare con molti o pochissimi soldi è la stessa cosa...
è tutta una questione di saper raccontare una storia."

— John Carpenter

Valia Santella Stampa E-mail


valia santellaValia Santella, nata a Napoli, dopo aver lavorato alcuni anni in teatro come assistente e aiuto alla regia, nel 1990 inizia a lavorare come Segretaria di Edizione, collaborando con i maggiori registi italiani.
Nel 2007 ha collaborato alla regia e alla sceneggiatura del film “Lascia perdere, Johnny!” di Fabrizio Bentivoglio.
Come regista ha realizzato uno spettacolo teatrale, cortometraggi, spot ed alcuni audiolibri.

Nel 2001 gira il documentario “Nel nome del popolo italiano” prodotto da Angelo Barbagallo e Nanni Moretti per la Sacher film.

Nel 2004 realizza il suo primo lungometraggio “Te lo leggo negli occhi” con Stefania Sandrelli, Teresa Saponangelo, Luigi Burruano prodotto da Angelo Barbagallo e Nanni Moretti per la Sacher film. di cui firma anche la sceneggiatura insieme ad Heidrun Schleef.
Dal 2010 lavora come sceneggiatrice. Tra i principali lavori: “Miele” (2013) diretto da Valeria Golino. (candidatura David di Donatello 2014) “ Mia madre” (2015) diretto da Nanni Moretti (candidatura David di Donatello 2016) “ Pericle il Nero” (2016) diretto da Stefano Mordini (candidatura David di Donatello 2017) “ Fai bei sogni” (2016) diretto da Marco Bellocchio (candidatura David di Donatello 2017) “Napoli velata” (2018) diretto da Ferzan Ozpetek “Euforia” (2018) diretto da Valeria Golino (candidatura David di Donatello 2019)

 

 

Friends Online