"Il cinema dovrebbe farti dimenticare
che sei seduto su una poltrona di un teatro."

— Roman Polanski

Home Docenti Docenti Sceneggiatura
Docenti Sceneggiatura
Claudio Balboni Stampa E-mail


claudio balboniClaudio Balboni dopo la laurea magistrale in Cinema Televisione e Produzioni Multimediali all'Università di Bologna, ha frequentato il master in Radio TV e Web Content del Sole 24ORE, dove da assegnatario di borsa di studio ha svolto la funzione di tutor. Ha frequentato workshop e masterclass di cinema e sceneggiatura presso Centro Sperimentale Cinematografia (CSCLab), Filmidee, Italian Doc Screenings, Officine Mattòli, Roadtopictures, L'immagine e la Parola.

Come sceneggiatore ha scritto short business film per imprese (Poltrona Frau, Nuova Simonelli) cortometraggi di finzione (La Strada Vecchia, L'ultima Festa) e documentari (Grandi ma Piccoli). Da un'idea di Web serie, vincintrice del premio miglior pitch Roma Web Fest del 2016 (Cakes!) ha sviluppato un soggetto di lungometraggio per Sky Original Production.

 
Emanuele Mochi Stampa E-mail


emanuele mochiEmanuele Mochi, sceneggiatore. Dopo uno stage nel reparto scrittura di Un Posto al Sole, ha frequentato il corso ordinario di sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia. Ha scritto i cortometraggi L’interprete e Il Legionario (Festival di Venezia, Festival di Karlovy Vary) di cui è in lavorazione il lungometraggio.

 

 
Valia Santella Stampa E-mail


valia santellaValia Santella, nata a Napoli, dopo aver lavorato alcuni anni in teatro come assistente e aiuto alla regia, nel 1990 inizia a lavorare come Segretaria di Edizione, collaborando con i maggiori registi italiani.
Nel 2007 ha collaborato alla regia e alla sceneggiatura del film “Lascia perdere, Johnny!” di Fabrizio Bentivoglio.
Come regista ha realizzato uno spettacolo teatrale, cortometraggi, spot ed alcuni audiolibri.

Nel 2001 gira il documentario “Nel nome del popolo italiano” prodotto da Angelo Barbagallo e Nanni Moretti per la Sacher film.

 
Andrea Bassi Stampa E-mail


luigi di capuaAndrea Bassi, nato a Roma nel 1966, lavora come soggettista, sceneggiatore e story editor per la tv e per il cinema.
Dopo aver studiato Storia Contemporanea alla Sapienza di Roma, nei primi anni ’90 gira e produce cortometraggi.
Dopo un decennio di attività come regista-producer per agenzie di comunicazione e video produzioni, dal 2000 lavora stabilmente in tv come autore di programmi.

 
Irene Dionisio Stampa E-mail


luigi di capuaIrene Dionisio, regista ed artista visiva nata a Torino nel 1986. Lavora tra Torino e Roma.
È laureata in Filosofia della Storia e ha conseguito un M1 in Francia in Cinema e Filosofia all'UPJV di Amiens (Fr).
Da tre anni dirige lo storico festival LGBTQI “Da Sodoma a Hollywood” ora “Lovers” sotto il cappello del Museo del Cinema di Torino.

 

 
Luigi di Capua Stampa E-mail


luigi di capuaLuigi di Capua, sceneggiatore e attore. Insieme a Luca Vecchi e Matteo Corradini è il fondatore del collettivo "The Pills", nato nell'estate del 2011. Il collettivo è diventato celebre grazie alla web serie omonima che ha debuttato su YouTube nello stesso anno, diventando immediatamente fenomeno del web. Dopo il successo ottenuto anche con la seconda stagione, nel 2014 la serie approda su Italia 1.

 
Francesco Amato Stampa E-mail

Francesco AmatoNasce a Torino nel 1978.

Dopo aver realizzato, dal 2001 al 2003 a Bologna, documentari e cortometraggi tra cui “Figlio di penna” (vincitore del Torino Film Festival, Visioni Italiane, in concorso a Cannes), frequenta a Roma il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Ma che ci faccio qui!” è il suo film di diploma, il primo film di lungometraggio prodotto all’interno del Centro Sperimentale. Coprodotto da Raicinema, “Ma che ci faccio qui!” esce in 35 copie, distribuito da Istituto Luce, nel settembre 2006, e ci rimane per un mese. Vince premi ad Annecy, il Nice a San Francisco, e viene proiettato in 20 paesi. E’ candidato al David Donatello e ai Globi d’oro come miglior opera prima.

 
Daniele Ciprì Stampa E-mail

Daniele CiprìRegista, direttore della fotografia, sceneggiatore e montatore palermitano, ha lavorato per diversi anni in coppia con Franco Maresco. Ciprì e Maresco hanno creato e diretto per Rai 3 la serie tv cult Cinico Tv oltreché programmi quali I Migliori Nani della Nostra Vita e Ai Con- fini della Pietà. Assieme hanno anche diretto film e documentari, tra i quali i lungometraggi Lo zio di Brooklyn, Totò che visse due volte, Il ritorno di Cagliostro e Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio.

Dopo il “divorzio” del duo artistico, Ciprì ha seguito, principalmente, il doppio binario di regista e direttore della fotografia. Come regista ha realizzato il documentario Era una volta, dedicato al grande puparo Mimmo Cuticchio ed il film È stato il figlio, vincitore alla Mostra del Cinema di Venezia 2012 del premio per la fotografia dello stesso Ciprì.

 
Fabio Mollo Stampa E-mail

Fabio MolloFabio Mollo, sceneggiatore e Regista, nasce a Reggio Calabria nel 1980.

Nel 2002 si laurea in Bachelor of Arts: Visual Theory and Film History alla University of East London.
Nel 2005 partecipa ad un workshop di scrittura diretto da Gabriel Garcia Marquez presso la Escuela Internacional de Cine y Tv a Cuba.
Frequenta il corso di Regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia dove si diploma nel 2007.
Ha lavorato come assistente alla regia per vari film per il cinema e come regista per MTV, completando il suo percorso di formazione.

 
Daniele Gaglianone Stampa E-mail

Daniele GaglianoneRegista italiano. Laureato in storia del cinema a Torino, lavora dal 1991 presso gli Archivi cinematografici della Resistenza e realizza numerosi documentari e cortometraggi premiati in vari festival.

Nel 1998 lavora alla sceneggiatura di Così ridevano diretto da Gianni Amelio. Svolge attività di regista teatrale: nel1999 con il gruppo "Il BuioFuori" produce lo spettacolo Aggrappati ad una terra rivoltata sull'abisso.

 
Gianluca Arcopinto Stampa E-mail

gianluca_arcopintoGianluca Arcopinto, produttore, distributore, regista di documentari, docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, scrittore e qualche volta anche attore, si è sempre distinto per la libertà e il coraggio delle sue scelte. Si tratta di uno dei più coraggiosi produttori indipendenti del Cinema Italiano: indipendenza ed autonomia sono le sue parole d’ordine.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Friends Online